Skip links

Perché dovresti Vendere ai Ricchi invece che ai Poveri?

Condividi

La rappresentazione della distribuzione della ricchezza assume la forma di una piramide.

(immagina questi dati come uno schema piramidale che si allarga gradualmente verso il basso):

  1. UHNWI (super ricchi): In Italia sono 35 individui;
  2. HNWI (ricchi): Si stima che siano circa 230.000 in Italia;
  3. Alto reddito: Famiglie con guadagni annuali superiori a 200.000€;
  4. Classe media: Famiglie con un reddito annuo di 80.000€;
  5. Basso reddito: Famiglie con guadagni fino a 25.000€ l’anno;
  6. Poveri: Famiglie con guadagni inferiori a 25.000€ l’anno;
  7. Indigenti: Al di sotto della soglia di sopravvivenza.

Fissare i prezzi dei propri servizi o prodotti tenendo in considerazione le fasce di reddito 5-6-7 è una pessima idea.

Queste persone non comprano oppure lo fanno solo se offri prezzi scontati (come avviene per molti ristoratori non competenti che, di conseguenza, falliscono rapidamente, vivendo per un po’ di tempo solo grazie al mercato nero).

Nessuna piccola e media impresa italiana può prosperare mirando al vasto ma economicamente debole segmento della popolazione. Ribadisco, nessuna impresa.

Da un lato, c’è la competizione dei grandi attori del mercato, di Internet, di Amazon, Eurospin, dei discount, di IKEA, ecc.

Dall’altro, a livello ancora più ristretto, si affronta la concorrenza dei mercati cinesi, indiani, pakistani ed egiziani, con i quali non si può competere sul fronte dei prezzi, per ragioni che non necessitano ulteriori spiegazioni.

L’unica chance per la sopravvivenza consiste nella ridefinizione dei prodotti e servizi offerti, evitando la commercializzazione di beni generici o di rivendere prodotti altrui che possono essere acquistati a prezzi inferiori online o nei discount, mirando piuttosto alle fasce di reddito da 1 a 4. Questo è quanto.

Se la tua azienda non può attrarre questa fascia di clientela, significa che è destinata a scomparire.

Fissare i prezzi pensando ai “poveri” renderà la tua azienda economicamente carente, incapace di crescere e investire.

In Italia, non si fa impresa mirando ai consumatori a basso reddito e adattando i prezzi di conseguenza.

Ci sono già colossi e concorrenti online che agiscono così, ma una piccola impresa italiana non può competere su questo fronte.

Non ha il volume, non ha i margini e non ha il potere d’acquisto.

Vuoi finire come quei pizzaioli che falliscono perché vendono la margherita a 4 euro e mezzo, senza rendersi conto che in realtà costa loro 5€ per produrla?

In poche parole…

Se vuoi avere Successo devi vendere ai ricchi. 

Come puoi trasformare radicalmente la tua azienda e abbandonare il mercato della povertà, che inevitabilmente porta al fallimento?

Esiste una formula collaudata, testata e garantita che può aiutarti a realizzare i tuoi sogni imprenditoriali.

Scoprila cliccando sul pulsante Blu QUI sotto!

Esplora
Trascina